Bryton Rider 450: la cartografia che aiuta

Bryton è un nome conosciuto nel mondo dei GPS perché è una azienda che propone computer in grado di fornire tutto quello che si cerca da un dispositivo satellitare, senza dover spendere tantissimi soldi. Con il modello Rider 450, in arrivo nel prossimo mese di settembre, Bryton aggiungerà nella sua gamma un dispositivo con cartografia di base, la Open Street Map, che aiuterà a comprendere la posizione e la direzione da prendere nelle nostre uscite in bicicletta.

Di base, esistono due tipologie di dispositivi GPS per la bicicletta: una categoria permette semplicemente di registrare le attività che percorriamo, per poi scaricarle su smartphone o PC. L’altra invece oltre a registrare, ci mostra una traccia da seguire. Di questa tipologia, Bryton aveva nei due modelli Rider 330 e 530 la possibilità di seguire una traccia, ma in questo non era presente una mappa sullo sfondo che mostrasse altre strade o sentieri nelle vicinanze. La possibilità di avere una mappa completa attorno alla traccia risulta molto interessante per chi pratica (soprattutto) il Mountainbike. Per questo, se si vogliono praticare percorsi sconosciuti e se ne hanno le tracce GPX scaricate da internet il Rider 450 di Bryton può essere una buona alternativa.

Dalla gamma Bryton mancava dunque un modello con una cartografia completa, come propongono i diretti concorrenti come Garmin con il modello Edge 520 e il Wahoo con il modello Bolt Elemnt. Ora invece, con il Rider 450 la Bryton darà la possibilità all’utente di caricare un proprio percorso in formato GPX (come si può fare già ora nei modelli Rider 330 e 530), ma di avere anche un riscontro sullo sfondo con una mappa OSM (open street map). Questo permette di avere un’idea molto più chiara di dove ci si trova. Indica se nelle vicinanze di dove ci troviamo ci sono altri sentieri o strade che si sovrappongono, o incrociano, il nostro percorso. Questo risulta molto utile nei sentieri dove i punti di riferimento sono pochi.

La novità del Bryton Rider 450: la cartografia OSM

Pare che il Rider 450 sarà dotato di una mappa geografica del tipo Open Street Map. Essa è una mappa libera, che mostra strade vie e sentieri di tutto il mondo. Su di essa noi potremo andare a caricare i nostri file GPX (li inseriremo nella memoria del rider 450…). Fatto questo, il risultato sarà di facile comprensione! Quando avviamo l’esecuzione del percorso, avremo la nostra traccia evidenziata, da seguire. Tutto intorno, durante l’avanzare, vedremo anche le strade e i sentieri che ci circondano. In questo modo capire la posizione e la direzione da tenere sarà molto più facile rispetto a un semplice dispositivo segui traccia, che indica solo una linea stilizzata del nostro percorso.

Il Rider 450, modello in arrivo a settembre 2018, sarà dotato di uno schermo con diagonale da 2,3 pollici monocromatico che aumenterà la facilità di lettura dei dati. Ogni griglia di informazioni avrà 8 caselle, di buona dimensione, facili da leggere. L’ aggancio al supporto avviene sempre ruotando il dispositivo di 90 gradi, come negli altri modelli Bryton: sarà quindi pienamente compatibile con gli attacchi e staffe precedenti, se già ne possediamo. Dai un’occhiata a quelle che consigliamo qui in questo articolo sui migliori accessori per i GPS.

Sensori Bluetooth Smart e ANT+

Il Rider 450 avrà la possibilità di connettersi ai sensori Bryton di ultima generazione, cioè con trasmissione dati Bluetooth smart (vedi il nostro articolo sui modelli di sensori Bryton). Molto importante è però che potrà abbinarsi anche a sensori di tipo ANT+. Pertanto sarà in grado di connettersi a sensori di entrambe le tecnologie. Questa doppia connettività lo rende molto versatile e sicuramente ci farà risparmiare se già abbiamo dei sensori di questo tipo.

Connessione ai vari modelli di gruppi elettronici per il Rider 450

Il Rider 450 avrà una importante novità rispetto ai modelli Bryton del passato. Infatti oltre che a connettersi ai gruppi elettronici Shimano Di2, esso si potrà connettere a gruppi Campagnolo EPS e Sram Etap. Sarà visualizzabile il livello di carica della batteria del gruppo, il rapporto di cambio che stiamo utilizzando, la posizione della catena nella pedivella e nel pacco pignoni posteriore.

Riceve Notifiche dallo smartphone!

Anche il Rider 450 come il Rider 410 potrà ricevere le notifiche dal nostro smartphone. Verremo avvisati dell’arrivo di qualsiasi notifica dal nostro telefono: chiamate, messaggi, e-mail, WhatsApp… Basterà attivarle proprio nelle impostazioni dello smartphone stesso. Si tratta di una bella novità, infatti al momento solo il Rider 10 aveva questa funzione attiva.

Ricezione dei segnali satellitari aumentata

Finora Bryton, utilizzava solamente la rete satellitare denominata GPS. A partire dal Rider 410 però Bryton utilizzerà anche altre reti satellitari, tra le quali la Galileo e la rete di satelliti Russi Glonass. Questo fattore, aumenterà dunque la capacità del Rider 450 di mantenere stabile e sicuro il segnale satellitare anche nei passaggi più coperti dove prima si avevano difficoltà con esso, e si doveva sopperire con un sensore per mantenere almeno visualizzata la velocità sul display.

Attediamo delle altre novità Bryton

Il Rider 450 sembra aprire la strada ad una nuova serie di dispositivi più completi. Siamo curiosi di poter provare il nuovo modello non appena arriverà sul mercato, per il momento abbiamo visto quelle che sono le principali novità che lo caratterizzano. Appena possibile, vi aggiorneremo anche sugli altri modelli che abbiamo citato, per scoprirne tutte le funzioni.

Ti invito a seguire le nostre pagine sui social e ad iscriverti alla nostra newsletter!

Se hai trovato utile e interessante questo articolo, puoi trovare altri articoli che ti possono essere utili, come ad esempio quello sui sensori di Bryton per capire le compatibilità, sul Rider 530 o ancora  sul Rider 10 di Bryton.

L’articolo è stato interessante? Se hai domande o se desideri chiedere un Post futuro su un determinato argomento, non esitare a lasciarci un commento.
I commenti non fanno che renderci felici!

Commenti

La bici è la tua passione?

Unisciti a più di altri 1.000 ciclisti e ricevi utili consigli per ottenere il meglio dalla tua bici.

Pedalare non sarà più come prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *